Il giorno 13 giugno del 1943 nasceva:


Gepy & Gepy (cantante e autore: "Blu" "Più (con Ornella Vanoni)")


13 giugno 1943 75 anni fa - accaddeoggi.it ©


Il cantante Giampiero Scalamogna, noto con lo pseudonimo di Gepy & Gepy, è nato a Roma il 13 giugno 1943 e vi è morto il 3 luglio 2010.

Si avvia alla carriera artistica già a sedici anni e a metà degli anni '60 del 1900, ventiduenne, approda al Piper di Roma con il duo Dany & Gepy esibendosi in un repertorio di cover di brani soul che gli valgono il primo contratto discografico con una sottoetichetta della RCA con cui nel 1967 pubblica il suo primo singolo "Baby è un'abitudine averti qui", è in questa occasione che assume il nome di Gepy & Gepy, essendo dotato di una corporatura importante, per sottolineare la stazza doppia rispetto alla media.

Nel 1975 è tra gli autori di Roma, Roma (Roma non si discute, si ama) di Antonello Venditti, brano che diventa inno della squadra di calcio della A.S. Roma e firma con Sergio Bardotti il brano "Uomo mio, bambino mio" per Ornella Vanoni oltre a "Rispondi" e "Incontro" incise da Patty Pravo.

L'anno successivo rinnova la collaborazione con Ornella Vanoni firmando la produzione e cinque brani dell'album "Più" e duettando nel brano da cui l'album prende il titolo.

Nel 1977 "Gepy & Gepy" diventa un duo con Melissa Chimenti con cui pubblica il brano "Blu" e nel 1978 sono in gara al cantagiro e al Festivalbar con "Chi.. io?".

L'anno successivo il brano "Body to body" diventa sigla del popolare programma musicale televisivo di Gianni Boncompagni "Discoring" e segna l'ingresso nel gruppo di Marcella Petrelli.

In questo periodo ha guadagnato una tale popolarità che il comico Beppe Grillo dedica una battuta alle sue dimensioni sostenendo che per realizzare le salopette che indossa si rivolga a un tappezziere.

Nel 1989 arriva a Sanremo con due brani "Ciao" portato in gara da Gigliola Cinquetti e "Per lei" da lui interpretato nella sezione Emergenti dove conquista il quarto posto.

Dopo alcuni giorni di ricovero nel reparto di terapia intensiva del Policlinico Umberto I a Roma, muore all'età di sessantasette anni in seguito a una grave forma di polmonite.





Accadde Oggi - 13/06/1943


Se disponi di un profilo Facebook puoi utilizzarlo per commentare questa notizia







Installa il box gratuito sul tuo sito







E oggi: martedì 19 giugno...

    1825 – Debutta a Parigi “Il viaggio a Reims” di Gioacchino Rossini

    1910 – Per la prima volta al mondo viene celebrata la festa del papà

    1918 – Abbattuto in volo, muore l’aviatore Francesco Baracca

    1928 – Localizzati tra i ghiacci i sopravvissuti del dirigibile Italia

    1937 – Colpito da polmonite muore James Berrie, l’ideatore di Peter Pan

    1938 – L’Italia batte l’Ungheria per 4-2 e si laurea campione del mondo di calcio


    1895 – Emilio De Martino

    1896 – Wallis Simpson

    1901 – Piero Gobetti

    1907 – Georges de Mestral

    1926 – Giangiacomo Feltrinelli

Advertising

Switch to our mobile site

Usiamo cookies di terze parti per mostrare pubblicità compatibili
con le tue preferenze. Prosegui la consultazione acconsentendo a tale utilizzo.

Clicca per accettare oppure lascia il sito. Per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi