Accadde Oggi 19 giugno 1910:

La prima “festa del papà”


Nello stato nordamericano di Washington si celebra per la prima volta al mondo la "festa del papà" su iniziativa di Sonora Smart Dodd che, appreso dell'istituzione di una festa per le madri, ha proposto l'istituizione di un riconoscimento anche per la paternità.


19 giugno 1910 109 anni fa - accaddeoggi.it ©


Sonora Smart Dodd, una ragazza nata nella contea Sebastian in Arkansas nel 1882, aveva una grande ammirazione per suo padre, William Jackson Smart, veterano della Guerra Civile Americana.

Trasferitasi con la famiglia nei pressi di Spokane, nello stato di Washington, apprese da un sermone in chiesa della recente istituzione del "giorno della mamma" e pensando che anche la paternità meritasse un riconoscimento contattò la locale Alleanza Ministeriale proponendo l'istituzione del "giorno del papà" e suggerendo per la celebrazione il giorno del compleanno di suo padre, il 5 giugno.

L'Alleanza accolse la proposta optando per la terza domenica di giugno e fissando la prima celebrazione al 19 giugno 1910.

(Nella foto: Sonora Smart Dodd)





Accadde Oggi - 19/06/1910


Se disponi di un profilo Facebook puoi utilizzarlo per commentare questa notizia



Oroscopo di oggi:






Il box gratuito per il tuo sito









E oggi: martedì 22 Ottobre...

    1797 – Jacques Garnerin è il primo uomo a usare il paracadute

    1883 – Inaugurato il Metropolitan di New York

    1895 – Spettacolare incidente alla stazione ferroviaria Montparnasse di Parigi

    1906 – Muore di polmonite il pittore Paul Cezanne

    1907 – Si inaugura Martirano Lombardo il comune nato dopo il terremoto del 1905

    1942 – La città di Genova è bombardata dagli aerei della RAF


    1811 – Franz Liszt

    1844 – Sarah Bernhardt

    1885 – Gilberto Govi

    1913 – Robert Capa

    1919 – Doris Lessing

Advertising

Switch to our mobile site

Usiamo i cookie.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti, se per te va bene clicca su "Accetto".

Se lo preferisci puoi negare il consenso e continuare a visitare il sito: i nostri partner non terranno conto della tua visita ma vedrai pubblicità meno attinenti alle tue preferenze.


La nostra politica su cookie e privacy