Accadde Oggi 13 luglio 1859:

Fondato La Nazione di Firenze


A Firenze nasce il quotidiano la Nazione. Lo fonda un gruppo di amici raccolti dal barone Bettino Ricàsoli a sostegno del sentimento unitario dei toscani. E' il primo giornale quotidiano italiano e il primo a diffusione nazionale. Il "numero zero" uscirà domani.


13 luglio 1859 160 anni fa - accaddeoggi.it ©


Il barone Bettino Ricasoli si riunisce a tarda sera con un gruppo di amici per dare vita a un nuovo giornale che sostenga la causa dell'unità del paese cara ai toscani.

Nella riunione viene nominato un direttore, Leopoldo Cempini, e si decide la pubblicazione del numero di presentazione del giornale che dovrà essere distribuito entro domani; il "numero zero" de La Nazione è un mezzo foglio realizzato con grande entusiasmo da parte dei primi redattori improvvisati e da alcuni tipografi volontari.

Il "numero zero" del giornale viene pubblicato per cinque giorni durante i quali "La Nazione" organizza l'uscita del quotidiano vero e proprio con il primo numero ufficiale che sarà in vendita il 19 luglio 1959.


(Nella fotocomposizione: la testata del numero zero de La Nazione pubblicato il 14 luglio 1859)





Accadde Oggi - 13/07/1859


Commenta usando il tuo profilo Facebook

Pubblicità



Oroscopo di oggi


Acquisti con Amazon? Collegati da qui:



Pubblicità



Il box gratuito per il tuo sito




Altri contenuti sponsorizzati




Accadde Oggi su Facebook




Pubblicità





E oggi: venerdì 15 Novembre...

    1848 – A Roma viene ucciso Pellegrino Rossi, primo ministro di Pio IX

    1889 – Il maresciallo De Fonseca proclama la repubblica del Brasile

    1914 – Nasce a Milano il quotidiano “Il Popolo d’Italia” fondato da Mussolini

    1920 – A Ginevra si riunisce per la prima volta la Società delle Nazioni

    1928 – Il Gran Consiglio Fascista diventa istituzione riconosciuta costituzionalmente

    1933 – A Torino viene fondata la Giulio Einaudi Editrice


    1738 – William Herschel

    1891 – Erwin Rommel

    1905 – Mantovani

    1908 – Carlo Abarth

    1922 – Francesco Rosi

Advertising

Switch to our mobile site

Usiamo i cookie.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti, se per te va bene clicca su "Accetto".

Se lo preferisci puoi negare il consenso e continuare a visitare il sito: i nostri partner non terranno conto della tua visita ma vedrai pubblicità meno attinenti alle tue preferenze.


La nostra politica su cookie e privacy
Shutdown connection