* * *
*
Il giorno 12 luglio 1992 (27 anni fa )

A un anno dai fatti la polizia statunitense arresta Axl Rose per incitazione alla rivolta. Nel concerto dei Guns 'N Roses a St Louis aveva assalito un fan sequestrandogli la videocamera e chiudendo l'esibizione: la rivolta della folla inferocita ha causato decine di feriti.



Durante il concerto all'anfiteatro Riverport di St Louis nel Maryland del 2 luglio 1991, il cantante dei Guns 'n Roses sta interpretando il brano "Rocket queen" quando avvistato uno spettatore con una videocamera lo indica invitando gli uomini della sicurezza a fermarlo e a confiscargli l'apparecchio.

Notato che nessuno degli addetti provvedeva a fermarlo, Axl Rose salta dal palco sul pubblico e blocca lo spettatore prendendogli la videocamera (che a quanto pare stava utilizzando in modalità macchina fotografica) e fattosi largo torna sul palco, afferra il microfono e dice: "Bene, grazie alla sicurezza sfigata, me ne vado a casa" e sbatte il microfono sul pavimento uscendo.

Il suono del microfono a terra arriva a qualche spettatore come quello di uno sparo, la folla inferocita inizia a protestare lanciando bottiglie contro il resto della band rimasto sul palco e dando vita a una rivolta in cui restano ferite varie decine di persone.

Accusato di avere scatenato la rivolta Axl Rose non può però essere arrestato fino all'anno successivo dato che la band lascia il paese per proseguire il tour oltreoceano.

La polizia lo ferma all'aeroporto JFK di New York il 12 luglio 1992 al rientro dal tour del quale indossa la maglietta del concerto tenuto a Torino.


(Nella foto: il momento dell'arresto di Axl Rose)

Accadde oggi | 12 luglio : Arrestato Axl Rose *
* * * *

Versione Mobile | Versione Desktop
© 1999-2019 Accadde oggi - Riservati tutti i diritti