-->


Il giorno 15 marzo del 1738 nasceva:


Cesare Beccarìa (giurista, filosofo e letterato)


15 marzo 1738 281 anni fa - accaddeoggi.it ©


Il giurista ed economista Cesare Beccarìa è nato a Milano il 15 marzo 1738 e vi è morto il 28 novembre 1794.

Studia a Parma e poi a Pavia dove si laurea nel 1758 e prosegue la sua attività di studioso e di scrittore al seguito del cenacolo culturale di casa Verri a Milano.

Nel 1760 sposa Teresa Blasco da cui avrà quattro figli dei quali due non raggiungono l'anno di vita, Maria muore ventiduenne e solo la primogenita Giulia sopravvive abbastanza a lungo e ventitrenne darà alla luce il futuro scrittore Alessandro Manzoni.

Il conte Pietro Verri interessato all'ordinamento giudiziario dell'epoca come protettore dei carcerati, lo induce ad approfondire i problemi sociali connessi all'applicazione del codice penale in vigore.

L'anelito di giustizia che lo pervadeva lo ha portato a scrivere il trattato "Dei delitti e delle pene" anche grazie al quale Cesare Beccaria passa alla storia come grande criminalista e riformatore del sistema del diritto penale finalmente ricondotto a unico criterio informatore.

Rimasto vedovo nel 1774, si risposa 82 giorni dopo con Anna Barbò dalla quale ha un altro figlio, Giulio.

I princìpi sui quali fonda il suo sistema organico del diritto penale e delle sanzioni correlative sono da ricercarsi nella filosofia illuministica francese e nella teoria contrattualistica e utilitaristica.

Secondo Beccaria l'obiettivo finale dell'attività sociale è la "massima felicità divisa nel maggior numero" che può essere raggiunta con il "contratto sociale".

Il diritto, in particolare quello penale, cioè la possibilità da parte della società di intervenire, reprimere e punire, è dato dalla risultante delle singole parziali rinunzie alla libertà da parte di tutti i consociati; da ciò deriva lo scopo sociale della pena, che è mezzo della difesa sociale, diretto a perseguire scopi di benessere per tutti.

È, quindi, automatico il corollario dell'avversione profonda e irreversibile di Cesare Beccaria e, conseguentemente, di tutte le teorie successive che da lui hanno origine nel campo penale, contro la pena di morte.

Muore cinquantaseienne colpito da un ictus il 28 novembre 1794 a Milano e sepolto nel cimitero di Porta Comasina.





Accadde Oggi - 15/03/1738


Se disponi di un profilo Facebook puoi utilizzarlo per commentare questa notizia











Il box gratuito per il tuo sito







E oggi: giovedì 23 Maggio...

    1099 – A Modena iniziano i lavori di costruzione del duomo

    1430 – Nei pressi di Compiegne viene catturata Giovanna d’Arco

    1498 – A Firenze viene giustiziato Girolamo Savonarola, colpevole di eresia

    1533 – L’arcivescovo di Canterbury annulla il matrimonio di Enrico VIII d’Inghilterra e Caterina d’Aragona

    1915 – L’Italia dichiara guerra all’Austria-Ungheria

    1915 – Violenze a Trieste contro obiettivi simbolo dell’italianità


    1729 – Giuseppe Parini

    1883 – Douglas Fairbanks

    1929 – Paolo Poli

    1933 – Joan Collins

    1934 – Robert Moog

Advertising

Switch to our mobile site

Usiamo i cookie.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti, se per te va bene clicca su "Accetto".

Se lo preferisci puoi negare il consenso e continuare a visitare il sito: i nostri partner non terranno conto della tua visita ma vedrai pubblicità meno attinenti alle tue preferenze.


La nostra politica su cookie e privacy