* * *
*
Il giorno 12 febbraio 1994 (25 anni fa )

Quattro uomini entrano da una finestra nella National Gallery di Norvegia a Oslo e rubano il dipinto simbolo di Edvard Munch intitolato "L'urlo".



La Galleria Nazionale di Oslo in Norvegia è stata derubata del suo dipinto più famoso: "L'urlo" di Edvard Munch, la versione a pastello del 1893 una delle varie in circolazione.

I ladri hanno fatto irruzione nel museo attraverso una finestra del secondo piano, l'intera sequenza rapina è stata ripresa da una telecamera e trasmessa su un monitor alla sorveglianza ma la guardia di turno non ha notato quanto stesse accadendo.

Il sistema di allarme è entrato in funzione regolarmente nel momento in cui i ladri hanno fracassato la finestra, ma la guardia si è limitata spegnerlo.

Quando una macchina della polizia si è trovata di passaggio nei pressi del museo ha notato la finestra rotta e dat immediatamente l'allarme.

I ladri hanno impiegato circa 50 secondi per portare a termine il furto e allontanandosi hanno lasciato una cartolina sul pavimento della galleria con la scritta "Grazie per la scarsa sicurezza."

Alcuni giorni dopo il furto viene rivendicato da un gruppo antiabortista che si dichiarato pronto a restituire il dipinto a condizione che la televisione norvegese trasmetta un documentario sugli effetti dell'interruzione della gravidanza dal titolo: "L'urlo silenzioso".

Il prezioso quadro verrà recuperato all'inizio di maggio grazie all'intervento dell'agente Charles Hill di Scotland Yard che con un collega si era finto intenzionato all'acquisto per una cifra pari a 300.000 euro odierni e raggiunto i ladri in un albergo nel sud del paese.


(Nella fotocomposizione: la scala utilizzata dai ladri per raggiungere la finestra e la versione de "L'urlo" di Edvard Munch rubata)

Accadde oggi | 12 febbraio : Rubato a Oslo “L’urlo” di Munch *
* * *

Versione Mobile | Versione Desktop
© 1999-2019 Accadde oggi - Riservati tutti i diritti