-->


Accadeva il giorno 15 aprile del 1978:

Condanna a Moro


In un nuovo comunicato, il sesto dall'inizio della vicenda, il gruppo terrorista Brigate Rosse afferma di avere concluso il "processo" all’onorevole Aldo Moro, sequestrato in via Mario Fani a Roma il 16 marzo, e di averne decretato la condanna a morte.


15 aprile 1978 41 anni fa - accaddeoggi.it ©


Ecco il testo del comunicato numero 6 delle Brigate Rosse:

L'interrogatorio al prigioniero Aldo Moro e' terminato.
Rivedere trenta anni di regime democristiano, ripercorrere passo passo le vicende che hanno scandito lo svolgersi della controrivoluzione imperialista nel nostro paese, riesaminare i vari momenti delle trame di potere, da quelle "pacifiche" a quelle piu' sanguinarie, con cui la borghesia ha tessuto la sua offensiva contro il movimento proletario, individuare attraverso le risposte di Moro le specifiche responsabilita' della DC, di ciascuno dei suoi boss, nelI'attuazione dei piani voluti dalla borghesia imperialista e dei cui interessi la DC e' sempre stata massima interprete, non ha fatto altro che confermare delle verita' e delle certezze che non da oggi sono nella coscienza di tutti i proletari.
Non ci sono segreti che riguardano la DC il suo ruolo di cane da guardia della borghesia, il suo compito di pilastro dello Stato delle Multinazionali, che siano sconosciuti al proletariato. Il perche' e' molto semplice. I proletari, gli operai, tutti gli sfruttati conoscono bene che cosa significa il regime democristiano, perche' l' hanno vissuto e lo vivono sulla loro pelle; contro il potere della borghesia hanno sempre opposto la piu' strenua resistenza, hanno lottato e combattuto contro la schiavitu' del lavoro salariato, per la liberazione delle infinite energie che un pugno di padroni e di multinazionali ha continuamente saccheggiato e rapinato, contro uno Stato che e' sempre servito a perpetuare il dominio della classe piu' feroce che la storia abbia mai prodotto: la borghesia imperialista.
Quali misteri ci possono essere del regime DC da De Gasperi a Moro che i proletari non abbiano gia' conosciuto e pagato con il loro sangue? "Centrismo", "centro-sinistra", "strategia della tensione", "governo delle astensioni", ecc. sono i termini con cui la DC e i suoi complici si sono incaricati di mantenere sotto il giogo imperialista il nostro paese, di costringere il proletariato alle ferree condizioni di sfruttamento che la borghesia vorrebbe perpetuare in eterno, di condannare all' emarginazione e alla miseria quelle parti di proletariato che l'interesse del capitale multinazionale non ritiene "conveniente utilizzare", di scatenare il terrore e i massacri dei sicari fascisti e di Stato ogni qual volta la lotta proletaria ha messo in discussione il loro potere.
Ed oggi, che tutto il sistema di dominio dell'imperialismo sta attraversando l'ultimo atto di una crisi mortale, che cosa hanno da offrire la DC, la borghesia e il suo Stato? Ancora sfruttamento, ancora disoccupazione, ancora emarginazione, ancora il genocidio politico delle avanguardie comuniste con cui vorrebbe annientare l'esigenza del proletariato di lottare per una societa' diversa senza piu' sfruttati e sfruttatori, per una societa' comunista. L'essenza dello Stato Imperialista, di cui la DC come sempre si e' fatta massima rappresentante, e' oggi sotto i nostri occhi in tutta la sua evidenza, senza il mistificante velo di una "democrazia" formale di cui si era ammantata: rastrellamenti e arresti in massa, stato d'assedio, leggi speciali, tribunali speciali, campi di concentramento.
Stendere una cappa di terrore controrivoluzionario sull'intera societa' e' l'unico sistema con cui questo Stato, questo regime DC sorretto dall'infame complicita' dei partiti cosiddetti di "sinistra" vorrebbe soffocare ed allontanare lo spettro di un giudizio storico che il proletariato ha gia' decretato. Non ci sono quindi "clamorose rivelazioni" da fare, ma nostro compito e quello di tutti i rivoluzionari e' di organizzare il proletariato, di costruire la forza che eseguira' in modo definitivo la condanna della borghesia e dei suoi servi.
Certo, I'interrogatorio ad Aldo Moro ha rivelato le turpi complicita' del regime, ha additato con fatti e nomi i veri e nascosti responsabili delle pagine piu' sanguinose della storia degli ultimi anni, ha messo a nudo gli intrighi di potere, le omerta' che hanno coperto gli assassini di Stato, ha indicato l'intreccio degli interessi personali, delle corruzioni, delle clientele che lega in modo indissolubile i vari personaggi della putrida cosca democristiana e questi, (nessuno si stupira'), agli altri dei partiti loro complici .
Gli scandali, le corruttele, le complicita' dei boss democristiani, se li rendono ancora piu' odiosi, non sono pero' l'aspetto principale; fanno parte certamente della logica con cui questo putrido partito ha sempre governato, ma quello che conta e' la funzione controrivoluzionaria della DC, il suo "servizio" agli ordini delle multinazionali, la sua trentennale opera antiproletaria.
Comunque, come abbiamo gia' detto, tutto sara' reso noto al popolo, e a questo punto facciamo una scelta. La stampa di regime e' sempre al servizio del nemico di classe; la menzogna, la mistificazione sono per essa la regola, ed in questi giorni ne ha dato una prova superlativa, il suo compito e' quello di "utilizzare" l' informazione come arma contro il proletariato, e le organizzazioni rivoluzionarie. Le informazioni in nostro possesso quindi, verranno diffuse attraverso la stampa e i mezzi di divulgazione clandestini delle Organizzazioni Combattenti, e soprattutto verranno utilizzate per proseguire con altre battaglie il processo al regime ed allo Stato.
Per quel che ci riguarda il processo ad Aldo Moro finisce qui.
Processare Aldo Moro non e' stato che una tappa, un momento del piu' vasto processo allo Stato ed al regime che e' in atto nel paese e che si chiama: GUERRA DI CLASSE PER IL COMUNISMO.
Le responsabilita' di Aldo Moro sono le stesse per cui questo Stato e' sotto processo. La sua colpevolezza e' la stessa per cui la DC ed il suo regime saranno definitivamente battuti, liquidati e dispersi dall'iniziative delle forze comuniste combattenti. Non ci sono dubbi. ALDO MORO E' COLPEVOLE E VIENE PERTANTO CONDANNATO A MORTE.
ESTENDERE ED INTENSIFICARE IL PROCESSO AL REGIME E L'ATTACCO ALLO STATO IMPERIALISTA DELLE MULTINAZIONALI. CREARE, ORGANIZZARE OVUNQUE IL POTERE PROLETARIO ARMATO. RIUNIFICARE IL MOVIMENTO RIVOLUZIONARIO COSTRUENDO IL PARTITO COMUNISTA COMBATTENTE.

Per il comunismo
Brigate rosse


(Nella fotocomposizione: un particolare del sesto comunicato delle BR diffuso il 15 aprile 1978)




Accadde Oggi - 15/04/1978


Se disponi di un profilo Facebook puoi utilizzarlo per commentare questa notizia











Il box gratuito per il tuo sito







E oggi: giovedì 20 Giugno...

    1837 – Vittoria, nipote di re Guglielmo IV, diventa regina del Regno Unito

    1840 – Samuel Morse riceve il brevetto statunitense per il telegrafo

    1866 – L’Italia si allea alla Prussia e dichiara guerra all’Austria

    1946 – A Parigi i fratelli italiani Giuseppe e Luigi Clerico inaugurano il cabaret “Lido”

    1963 – Viene fondata la Beatles Ltd, gestirà i guadagni del gruppo musicale

    1963 – Linea speciale di comunicazione tra URSS e USA anti-conflitto accidentale


    1615 – Salvator Rosa

    1905 – Lillian Hellman

    1909 – Errol Flynn

    1928 – Jean-Marie Le Pen

    1928 – Martin Landau

Advertising

Switch to our mobile site

Usiamo i cookie.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti, se per te va bene clicca su "Accetto".

Se lo preferisci puoi negare il consenso e continuare a visitare il sito: i nostri partner non terranno conto della tua visita ma vedrai pubblicità meno attinenti alle tue preferenze.


La nostra politica su cookie e privacy