Fatti di venerdì 28 aprile


È il 118° giorno delľ anno e la Chiesa ricorda San Pietro Chanel, San Luigi Maria Grignion de Montfort e Santa Valeria - Il sole sorge alle ore 06:11 e tramonta alle 20:05 - La Luna è crescente - Giornata mondiale della sicurezza e della salute sul lavoro. Giorno della Sardegna.

1789 – L’equipaggio del Bounty si ammutina lasciando alla deriva nell’Oceano Pacifico una lancia di sette metri con a bordo il comandante William Bligh e altri diciotto marinai a lui fedeli.

1932 – Viene annunciata la messa a punto del vaccino contro la febbre gialla. Il virologo Max Theiler che ne è l’artefice contrae la malattia durante le fasi di sviluppo del procedimento di immunizzazione.

1937 – A Roma viene inaugurato lo stabilimento di Cinecittà, la cittadella italiana della produzione cinematografica.

1940 – Rudolf Hoss assume il comando del costruendo campo di concentramento nazista di Auschwitz di cui supervisiona l’approntamento in vista dell’entrata in servizio nel prossimo giugno.

1945 – Il dittatore italiano Benito Mussolini e la sua compagna Clara Petacci vengono giustiziati dai partigiani a Tremezzina (oggi Mezzegro) sul lago di Como.

1947 – Parte da Callao in Perù la spedizione del norvegese Thor Heyerdahl e altre cinque persone che cercherà di raggiungere la Polinesia con la zattera Kon Tiki. L’intento è dimostrare che il paese può essere stato colonizzato dai sudamericani già in epoca precolombiana.

1966 – Muore a Genova, dove era nato nel 1885, l’attore e drammaturgo Gilberto Govi, autore di “Pignasecca e Pignaverde” e “Che tempi!”

1967 – Il pugile statunitense Mohammad Ali rifiuta la chiamata alle armi per la guerra del Vietnam. L’obiezione di coscienza gli costa l’immediata revoca del titolo di campione del mondo, della licenza per i combattimenti oltre al rischio di una condanna a cinque anni di prigione.

1969 – In seguito al risultato negativo al referendum sulle riforme di Senato e Regioni da lui proposte, il presidente francese Charles de Gaulle presenta le proprie dimissioni.

1971 – La rivista Il Manifesto viene trasformata in giornale quotidiano. La direzione viene assunta da Luigi Pintor.

1975 – L’esercito del Vietnam del Nord arriva alle porte di Saigon, costringendo le truppe americane a lasciare la penisola asiatica dopo oltre dieci anni.

1979 – In Israele viene approvata la pena di morte per i terroristi che causano vittime tra i civili.

1979 – Incidente al largo della Bretagna nei pressi dell’isola di Ouessant tra la petroliera Gino Lolli-Ghetti battente bandiera liberiana e la norvegese Team Castor. La Gino si inabissa ma le autorità francesi assicurano che nonostante la gravità dell’incidente non c’è pericolo di “marea nera”.

1980 – Quattordici detenuti tentano l’evasione da carcere di Milano, in testa l’ex brigatista Corrado Alunni e il criminale Renato Vallanzasca. Armati e con una guardia in ostaggio riescono a farsi aprire ma fuggono in pochi e in breve ricatturati.

1986 – Con un comunicato ufficiale dell’agenzia di stampa Tass a due giorni dall’incidente alla centrale nucleare di Chernobyl, l’Unione Sovietica ammette l’accaduto senza fornire ulteriori dettagli. Si impegna però a eliminare le conseguenze dell’incidente.

1992 – Con un anticipo di due mesi sulla naturale scadenza del mandato, Francesco Cossiga si dimette dalla carica di Presidente della Repubblica Italiana. L’annuncio è stato dato il 25 aprile scorso.

continua...




Sono nati oggi:

1442 – Edoardo IV

1858 – Cesare Pascarella

1882 – Alberto Pirelli

1906 – Kurt Godel

1916 – Ferruccio Lamborghini

1937 – Saddam Hussein

1949 – Bruno Kirby

1952 – Mary McDonnell

1960 – Walter Zenga

1961 – Anna Oxa

1961 – Laura Boldrini

1967 – Paola Barale

1969 – Pier Silvio Berlusconi

1974 – Penelope Cruz

1978 – Drew Scott

1981 – Ilary Blasi

continua...


Il proverbio del giorno:

La gatta frettolosa fece i gattini ciechi.



Diritti riservati - Altro su accaddeoggi.it