I fatti di ieri: domenica 26 febbraio


Era il 57° giorno delľ anno e la Chiesa ha ricordato San Porfirio di Gaza - Il sole è sorto alle ore 06:49 e tramontato alle 17:57 - La Luna era nuova -

1266 – Le truppe ghibelline di Manfredi di Sicilia si scontrano con quelle guelfe di Carlo d’Angiò nella battaglia di Benevento. La vittoria dei Guelfi ne segna il dominio sul Regno di Sicilia.

1815 – Napoleone Bonaparte fugge dall’Isola d’Elba dove si trova in esilio per iniziare la sua seconda conquista della Francia. Ha organizzato una festa di carnevale a Portoferraio e sfruttato la confusione per lasciare l’isola a bordo del brigatino Incostant.

1848 – Viene proclamata la seconda Repubblica francese.

1861 – Il parlamento italiano riunito a Torino approva la legge per l’assunzione da parte di Vittorio Emanuele II del titolo di re d’Italia proposta da Camillo Benso di Cavour.

1919 – Il Congresso statunitense stabilisce che il Grand Canyon diventi parco nazionale.

1938 – La nave da guerra USS New York diventa la prima imbarcazione equipaggiata con sistema radar. Viene dotata del primo vero radar “duplex” che oltre a rilevare la presenza di navi e aeroplani nelle vicinanze premette di stabilirne l’esatta distanza.

1952 – Il primo ministro inglese Winston Churchill annuncia che la Gran Bretagna ha la propria bomba atomica.

1972 – Il governo italiano guidato da Giulio Andreotti in carica dal 17 febbraio scorso non ottiene la fiducia dal Parlamento ed è costretto alle dimissioni a soli nove giorni dall’insediamento.

1973 – Poco lontano da Capo Peloro a nord di Messina naufraga il mercantile “Arturo Volpe” causando la morte di tre persone e il ferimento di quattordici persone

1975 – La Gran Bretagna annuncia un accordo con l’URSS per la costruzione di centrali nucleari.

1977 – Il governo spagnolo annuncia un’ampliamento dell’amnistia per i detenuti politici.

1978 – “I comunisti dovranno essere conservatori e rivoluzionari insieme” lo dice Enrico Berlinguer a Torino.

1979 – Agitazioni degli autotrasportatori in Francia per l’aumento di quattordici lire al litro della nafta.

1982 – A Milano iniziano le trasmissioni di Radio Italia. Fondata da Mario Volanti è la prima emittente privata a utilizzare un format e la prima radio a dedicare l’intera programmazione alla musica italiana.

1985 – La cerimonia dei Grammy Awards premia Phil Collins per “Against all odds”. Miglior esordiente è Cindy Lauper, miglior album “Can’t slow down” di Lionel Richie. Incetta di premi per Tina Turner con “What’s love got to do with it”.

1987 – La chiesa anglicana si esprime favorevolmente nei confronti del sacerdozio per le donne. Il sinodo stabilisce che per la decisione definitiva verrà istituita una apposita commissione di vescovi.

1991 – Al Festival di Berlino sul podio tre film italiani: “La casa del sorriso” di Marco Ferreri, “Ultrà” di Ricky Tognazzi e “La condanna” di Marco Bellocchio.

1993 – Una bomba esplode nel garage del World Trade Center di New York uccidendo sei persone e ferendone oltre un migliaio. L’azione è rivendicata da estremisti islamici.

1999 – La Intel avvia il lancio commerciale del nuovo processore Pentium III destinato all’utilizzo nei personal computer. E’ basato sull’architettura P6 introdotta nel 1995 e supporta una serie di nuove istruzioni che ne elevano le prestazioni soprattutto nel campo della multimedialità.

2000 – Serata conclusiva per il cinquantesimo Festival di Sanremo. Vincono gli Avion Travel con “Sentimento” al secondo posto Irene Grandi con “La tua ragazza sempre” e terzo è Gianni Morandi con “Innamorato”. Premio della critica a “Replay” di Samuele Bersani.

2001 – I paesi membri dell’Unione Europa sottoscrivono il Trattato di Nizza approvato lo scorso 11 dicembre con cui si modifica la composizione della Commissione Europea e si stabilisce una nuova ripartizione di competenze tra Corte e Tribunale.

2006 – Si chiude a Torino la ventesima edizione delle Olimpiadi invernali.

2007 – Il ciclista tedesco Jan Ullrich, oro olimpico nel 2000 e tre volte oro mondiale, annuncia il ritiro dalle competizioni. Al momento del ritiro è coinvolto in un’inchiesta sull’uso di sostanze dopanti.

2012 – Massimiliano Blardone vince lo slalom gigante nella Coppa del Mondo di Sci Alpino a Crans-Montana in Svizzera.


Sono nati il giorno 26 febbraio:


1802 – Victor Hugo (scrittore: “I miserabili”)

1829 – Levi Strauss (imprenditore, creatore dei blue jeans Levi’s)

1846 – William Cody (cacciatore e showman noto come Buffalo Bill)

1903 – Giulio Natta (ingegnere, inventore della plastica, Nobèl per la chimica 1963)

1928 – Fats Domino (pianista e cantante)

1929 – Emanuele Severino (filosofo: “La struttura originaria” “Legge e caso”)

1929 – Paolo Ferrari (attore)

1932 – Johnny Cash (cantante)

1943 – Dante Ferretti (scenografo, tre volte premio Oscar)

1944 – Gianfranco Piccioli (produttore cinematografico)

1952 – Enrico Coveri (stilista e imprenditore)

1953 – Michael Bolton (cantante: “Soul provider”)

1954 – Tayyip Erdogan (politico, dodicesimo presidente della Turchia)

1967 – Roberta Cardarelli (giornalista e conduttrice tv)

1971 – Erykah Badu (cantante: “On & on” “Apple tree”)

1974 – Sebastien Loeb (pilota di rally, pluricampione del mondo)

1977 – Syria (cantante: “Non ci sto” “Fantasticamenteamore”)

1979 – Corinne Bailey Rae (cantante: “Like a star”)


Il proverbio del giorno 26 febbraio 2017


Non si può pulire la gemma senza smeriglio, né perfezionare l’uomo senza metterlo alla prova. (proverbio cinese)








Installa il box gratuito sul tuo sito




    E oggi: lunedì 27 febbraio...

      1814 – Prima esecuzione dell’ottava sinfonia di Beethoven

      1844 – La Repubblica Dominicana ottiene l’indipendenza da Haiti

      1887 – Muore il compositore russo Borodin

      1935 – “Accadde una notte” premiatissimo agli Oscar

      1938 – Federico Fellini inizia a collaborare con il periodico satirico “420”

      1940 – All’università di Berkeley in California viene scoperto il Carbonio-14


      1902 – John Steinbeck

      1913 – Irwin Shaw

      1913 – Paul Ricoeur

      1921 – Giuseppe Patroni Griffi

      1928 – Ariel Sharon

    Advertising

    Switch to our mobile site

    Questo sito utilizza cookies di terze parti per mostrare annunci pubblicitari in linea
    con le tue preferenze. Proseguire la navigazione rappresenta consenso a tale utilizzo.

    Clicca per accettare o, se sei contrario, lascia il sito. Per maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi