Il giorno 20 aprile del 0570 nasceva:


Maometto (fondatore della religione musulmana)


1447 anni fa


Muḥammad ibn `Abdullāh noto come il profeta Maometto della religione islamica sarebbe nato il 20 aprile 570 (la data è incerta ma ritenuta tra le più probabili) ed è morto a Medina l'8 giugno 632

Rimasto orfano in tenera età, venne affidato allo zio paterno Abü Talib. Dalle ristrettezze economiche della sua famiglia, appartenente al gruppo dei Panü Hâshim della tribù dei Quraysh, lo tolse il matrimonio contratto con Khadïgia, una ricca e anziana vedova, della quale curò il patrimonio e per la quale guidò carovane in Palestina, Siria e Arabia meridionale.

Una crisi religiosa lo indusse a rinnegare il politeismo patrio per una fede monoteistica assai rigida che intorno al 610 cominciò a predicare prima nella cerchia familiare, poi tra i suoi concittadini, incontrando l'ostilità della ricca classe commerciale, e per contro trovando adepti tra gli umili e gli schiavi.

In questa prima fase della sua missione profetica non sembra abbia avuto l'intenzione di fondare una nuova religione universale: le rivelazioni, costituenti nel loro complesso il Corano, furono considerate come l'equivalente arabo delle Scritture già possedute da Ebrei e cristiani.

L'ostilità dei suoi concittadini lo indusse a lasciare la Mecca: nel 622, infatti, stretto un accordo con i cittadini di Medina, vi si recò e questa ègira (o emigrazione) venne poi presa come inizio dell'èra musulmana. A Medina fu capo religioso e capo politico e, organizzata una comunità con l'ausilio dei fidi Compagni (Saltaba), i Meccani con lui emigrati (o Muhâgirün) e gli Ausiliari medinesi (Ansar), lottò contro la Mecca e contro gli oppositori interni a Medina.

In meno di un decennio, dopo alterne vicende, favorevoli a Badr (624), sfavorevoli a Uhud e un fallito tentativo meccano di assediare Medina (627), riuscì ad avere la meglio sui suoi avversari. Rompendo la tregua stipulata nel 628, nel 630 marciò sulla Mecca, prendendola senza colpo ferire e legandola a sé per sempre.

Fece tuttavia ritorno alla fedele Medina, per morirvi dopo poco, non senza avere compiuto l'anno precedente un "pellegrinaggio d'addio" alla Kaeba della Mecca, il cui culto tradizionale pagano Maometto aveva inserito nelle pratiche dell'Islàm.


(Nella foto: il profeta Maometto, particolare da un dipinto di autore anonimo databile circa al 1320)


Accadde Oggi - 20/04/0570



Se disponi di un profilo Facebook puoi utilizzarlo per commentare questa notizia







Installa il box gratuito sul tuo sito




    E oggi: giovedì 17 agosto...

      1740 – Prospero Lambertini viene eletto papa, sceglie il nome di Benedetto XIV

      1790 – Filadelfia diventa capitale degli Stati Uniti.

      1835 – Brevettata la chiave inglese.

      1840 – Inaugurata la ferrovia Milano-Monza, la seconda in Italia

      1903 – Nasce il premio Pulitzer.

      1939 – Debutta anche a New York il “Il mago di Oz” di Victor Fleming


      1838 – Tommaso Canizzaro

      1882 – Samuel Goldwyn

      1893 – Mae West

      1917 – Gianni Agus

      1920 – Maureen O’Hara

    Advertising

    Switch to our mobile site

    Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

    Usiamo cookies di terze parti per mostrare pubblicità compatibili
    con le tue preferenze. Prosegui la consultazione acconsentendo a tale utilizzo.

    Clicca per accettare oppure lascia il sito. Per maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi